Viaggia con documenti falsi

La Polizia Stradale di Arezzo ha intercettato e arrestato, lungo l’autostrada del sole, un cittadino ucraino trovato in possesso di un falso documento di identità, utilizzato per eludere la normativa sul soggiorno nel territorio nazionale.

Erano circa le 5.30 di lunedì quando una pattuglia della Sottosezione di Battifolle fermava per un controllo una Audi A4 con targa italiana e con a bordo due stranieri: di fatto entrambi ucraini.

L’atteggiamento e le motivazioni del viaggio non convincevano gli esperti poliziotti, che decidevano di approfondire la posizione dei due. Emergeva quindi che la carta di identità fornita dal conducente era falsa e che lo stesso era già stato espulso con provvedimento dalla Prefettura di Prato nel luglio del 2019.

Arrestato e condotto davanti al Giudice, lo straniero è stato condannato e nuovamente espulso dall’Italia, oltre che multato per oltre 5.000 euro per guida senza patente: quella esibita durante il controllo è risultata infatti falsa.

Il compagno di viaggio è stato, invece, denunciato a piede libero perché risultato in possesso, anche lui, di una patente falsa ma, a differenza dell’altro,  titolare di un regolare permesso di soggiorno.

Condividi l’articolo