Vaccinazione di massa, nominata responsabile

Tutto pronto alla Asl Toscana Sud-Est per la campagna di vaccinazione di massa. Al momento è stata nominata Anna Beltrano quale responsabile unico per la gestione della campagna ed è stata istituita una cabina di regia aziendale che sarà di supporto al suo lavoro, della quale fanno parte i responsabili di tutti i settori aziendali che hanno a che fare con le vaccinazioni.
“Il vaccino rappresenta una svolta in questa lunga e drammatica storia del Covid. È la prossima pagina da scrivere e noi ci prepariamo a farlo. Con i professionisti – commenta il Direttore generale D’Urso – ma anche con le strutture. La decisione sui luoghi di vaccinazione sarà della Regione Toscana. Noi abbiamo già sottoposto a Firenze le nostre proposte in relazione ai tre livelli che sono stati individuati”.
Sono poi state individuate diverse zone territoriali: macro centri, quelli medi e quelli micro, cioè comunali. “I primi saranno in grado di fare 800 vaccini al giorno, i secondi 400 e i terzi 100. Inoltre – afferma il Direttore generale – ci saranno le vaccinazioni a domicilio per le persone fragili che non potranno raggiungere il centro più vicino. La capillarità delle strutture tende proprio a venire incontro ai cittadini, tanto più in un territorio particolare con centri piccoli e diffusi qual’è la Toscana meridionale”.
Infine, l’ipotesi formulata dalla Asl Toscana Sud-Est alla Regione prevede la realizzazione di 3 sedi macro che saranno 1 per provincia; 13 medie che faranno riferimento alle ex zone distretto; e a completare la capillarità del servizio ci saranno 99 sedi che faranno riferimento ai centri prelievi diffusi sul territorio.

Condividi l’articolo

Vedi anche: