Un libro su Spartaco Lavagnini a Cortona

Nel centenario dalla drammatica uccisione, il Comune di Cortona ha ospitato la presentazione del volume «Spartaco il ferroviere. Vita, morte e memoria del ragionier Lavagnini antifascista» alla presenza dell’autore Andrea Mazzoni. Il volume è una vera e propria biografia del ragioniere, esponente del socialismo fiorentino, ucciso nel 1921 da alcuni colpi di pistola esplosi da squadristi per rappresaglia. Lavagnini si trovava a Firenze, al lavoro nella sede del Sindacato ferrovieri italiani dove stava realizzando l’editoriale del numero de «L’Azione Comunista».

Il primo momento c’è stato al mattino all’istituto Vegni delle Capezzine, dove Lavagnini nacque nel 1889, il padre fu uno dei primi insegnanti della scuola. Qui l’autore è intervenuto nell’aula magna per una presentazione agli studenti, alla presenza degli insegnanti e del dirigente scolastico.

Nel pomeriggio l’incontro si è aperto nella sala del consiglio comunale con il saluto del sindaco Luciano Meoni. Oltre all’autore, sono intervenuti il presidente Anpi Emanuele Rachini, Giancarlo Gambineri segretario Spi Cgil Arezzo e Luca Gabrielli segretario Cgil Cortona.

Condividi l’articolo