Truffe del supermercato

festeggiare fantomatici anniversari o ricevere buoni sconto. Due notissime catene di supermercati, presenti anche nell’aretino con punti vendita, sono rimaste vittima di un raggiro che puo’ creare forti problemi agli utenti. I malintenzionati si sono spacciati per i due supermercati in modo da far pensare all’utente che la comunicazione venisse da loro, o comunque riguardasse iniziative di queste due catene di negozi. .Nel caso della Coop, gli hacker hanno inviato messaggi in cui comunicavano agli utenti che l’azienda compiva sessant’anni il 22 marzo 2021 (in realtà, ne ha appena compiuti 54). In occasione di questa – finta – ricorrenza venivano messi in palio dei regali, sotto forma di buoni da spendere al supermercato. Per partecipare, però, bisogna rispondere alle domande di un questionario, cui accedere attraverso un link inviato via WhatsApp.Vengono chiesti anche dati riguardanti la propria carta di credito, perché la reale intenzione dei criminali informatici è quella di accedere al conto dell’utente. Anche nel caso dell’altra truffa è stato usato un anniversario come pretesto: il 70esimo dalla nascita di Esselunga (che invece ha 64 anni). Il messaggio sembra arrivare da un amico o da un parente, comunque da un contatto sulla rubrica del proprio cellulare; informa di una specie di lotteria organizzata dalla catena di supermercati, o almeno così sostiene il messaggio. Quando si ricevono messaggi come questi ci si può facilmente accertare della veridicità dei contenuti. In tal caso, basta controllare le date di nascita di Esselunga e Coop che, infatti, non corrispondono a quelle degli anniversari citati. Occorre poi non cliccare mai, non fornire, avvisa la polizia postale, mai alcun dato e segnalare subito il caso alle forze dell’ordine. Occforre porre attenzione perchè la truffa è molto diffusa.

Condividi l’articolo

Vedi anche: