Tromba d’aria, si contano i danni

Dopo settimane di sole, e temperature elevate, la prima mutazione del tempo ha causato forti danni nel comprensorio del Trasimeno. Una tromba d’aria si si è abbattuta nel pomeriggio di lunedì sul territorio. Pioggia e vento hanno causato lo sradicamento di alberi, fatto saltare le coperture dei tetti di case, edifici pubblici e imprese, allagamenti. Un vento fortissimo e un forte acquazzone che ha causato allagamenti e danni nel borgo lacustre, con rami di alberi e tegole cadute in tutta la zona. Ma è stata, soprattutto, la zona in riva al lago dove la tromba d’aria ha colpito di più.

Duro lavoro per i vigili del fuoco che hanno dovuto rispondere a numerosissime chiamate di soccorso. Impegnati anche carabinieri, protezione civile, polizia municipale, volontari.

E’ stato un evento atmosferico di natura eccezionale, imprevedibile nella sua violenza. Le immagini che osserviamo testimoniano quale fosse la situazione nel comprensorio di Passignano appena l’ondata di maltempo è passata.

Non è la prima volta che il comprensorio laustre viene interessato da veneti atmosferici di questa violenza. Il sindaco di Passignano, Pasquali, ha affermato che le verifiche sull’entità dei danni proseguiranno anche nelle prossime ore e ha lanciato un messaggio di speranza ai suoi concittadini affermando che ripartiremo tutti insieme.

Condividi l’articolo