Trasporto pubblico, maggiori norme

L’impennata dei contagi degli ultimi giorni pone il Governo nella condizione di varare ulteriori nuove misure di contenimento del virus, tra queste ci sarebbe anche la possibilità di modificare le norme vigenti per il trasporto pubblico. Tra le misure da introdurre a breve ci sarebbero l’uso obbligatorio dei guanti a bordo dei mezzi pubblici, così come protocolli più rigidi che impongano la sanificazione di autobus e treni più volte al giorno.

Sui mezzi aretini di Tiemme ha già effettuato una ricognizione con un tavolo che si è tenuto negli scorsi giorni assieme alle Prefetture di Arezzo, Grosseto e Siena. Il tema al centro del confronto istituzionale è stato il controllo sugli autobus scolastici soprattutto in prossimità dei principali capolinea di partenza dislocati sul territorio in cui l’azienda opera.

“Abbiamo chiesto di essere ascoltati per condividere la fotografia attuale del trasporto pubblico sul territorio – spiega il Presidente di Tiemme, Massimiliano Dindalini – e ringraziamo per l’attenzione che è stata posta alle nostre istanze. Auspichiamo una fondamentale collaborazione per presidiare i punti più sensibili, attraverso controlli da parte delle forze dell’ordine che siano mirati a richiamare il rispetto delle norme di comportamento da osservare sia a terra, in prossimità delle fermate più significative, che a bordo degli autobus. Continueremo – prosegue Dindalini – a fornire agli Enti interessati aggiornamenti costanti dei dati raccolti dai nostri monitoraggi così da disegnare il trend auttuale di utilizzo, rafforzando i messaggi sulle norme di comportamento a bordo dei mezzi.”

Condividi l’articolo