Tenta furto in una profumeria con la moglie incinta, arrestato dai carabinieri di Bibbiena

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Bibbiena, hanno sventato un furto di considerevole valore presso una profumeria. Un 29enne di origini rumene, pregiudicato per reati specifici, unitamente alla propria compagna, tra l’altro incinta, dopo essersi introdotti in un esercizio commerciale e aver commissionato al personale una confezione regalo, si impossessavano di numerose confezioni di profumi molto costosi dei più noti brand.  Il trucco utilizzato, il giovane invalido per una lesione riportata durante la commissione di un furto, aveva approfittato della sedia a rotelle in suo uso per nascondere la refurtiva. Le commesse non capendo precisamente cosa stesse accadendo, hanno tuttavia notato qualcosa che non andava ed hanno immediatamente allertato il 112. In pochi minuti, una pattuglia dell’aliquota radiomobile della compagnia di Bibbiena ha intercettato la coppia che si stava allontanandosi. I carabinieri dopo la perquisizione personale dei due soggetti, si sono trovati di fronte ad una serie di profumi il cui valore ha di poco superato i 1300 euro. La perquisizione del veicolo, consentiva di recuperare all’interno dello stesso ulteriori due confezioni di profumo, una confezione di auricolari per smart-phone e anche attrezzi atti allo scasso e chiavi alterate, sono in corso indagini finalizzate ad attribuire eventualmente ai due rei la commissione di ulteriori furti. Immediato l’arresto per il giovane, accusato di tentato furto in concorso con la compagna, denunciata invece a piede libero.

Condividi l’articolo