Targa per Mario Torelli

«Insigne archeologo, studioso di fama internazionale, socio dell’Accademia dei Lincei, profondo conoscitore del mondo antico, insignito nel 2014 del «Premio Balzan» per l’archeologia classica, ha curato con perizia e lungimiranza il progetto scientifico dell’allestimento del MAEC». Con queste parole il Comune di Cortona e l’Accademia Etrusca vogliono ricordare la figura di Mario Torelli.

A poco più di un anno dalla scomparsa, sabato 6 novembre alle ore 11, nella sala Medicea di Palazzo Casali, si terrà la conferenza pubblica. A seguire sarà svelata la targa in ricordo dell’archeologo nella sezione etrusco-romana del museo.

La conferenza rappresenta un momento per celebrare l’importante contributo di Torelli alla città di Cortona e alla sua storia. Dopo l’introduzione del sindaco Luciano Meoni e del lucumone Luigi Donati, saranno Angelo Bottini, già soprintendente ai Beni culturali di Roma e il direttore del Maec Paolo Giulierini a ricordare l’illustre docente universitario di Archeologia: Torelli nel periodo 2000-2001 ha curato il progetto della sezione etrusco-romana del Maec. La conferenza è aperta al pubblico e vedrà la partecipazione degli amministratori comunali e degli accademici che insieme a Torelli realizzarono quella che resta fra le principali iniziative di valorizzazione del patrimonio storico artistico della città di Cortona.

Condividi l’articolo

Vedi anche: