teletruria

Tar accoglie ricorso niente daspo per 6 tifosi

Il Tar di Perugia ha accolto i ricorsi presentati da sei tifosi dell’Arezzo, colpiti da Daspo per i fatti di Città di Castello del 29 gennaio 2022. Quel giorno l’Arezzo perse 2-0 contro il Trestina e i cento sostenitori in trasferta contestarono giocatori, staff e dirigenza, al culmine di un periodo teso fra tifoseria e società per gli strascichi della retrocessione dalla C e per la mancanza di risultati in campionato. Il pullman della squadra lasciò l’impianto con alcuni minuti di ritardo sulla tabella di marcia e a suon di insulti, anche se non si registrarono danni al mezzo né episodi sopra le righe. La questura di Perugia aveva notificato ai sei tifosi il provvedimento di divieto, immediatamente esecutivo, di accedere a tutti i luoghi in cui si svolgono le manifestazioni sportive. Per cinque di loro il Daspo aveva durata di un anno, per una sesta persona di cinque anni con obbligo di firma. Successivamente il Tar aveva sospeso le diffide, visto che dagli atti di indagine appariva incerta l’identificazione dei sei tifosi sul luogo ove si erano svolti i fatti.

Condividi l’articolo

Vedi anche: