Spazio aperto rinnova il consiglio

Sono passati ormai più di tre anni da quando a Castiglion Fiorentino trenta persone hanno creduto nella possibilità di dar vita ad un nuovo progetto culturale, qualcosa che potesse promuovere la cultura a 360 gradi.

Risale infatti al 9 febbraio 2017 la nascita di quella che pensiamo sia diventata una realtà importante del nostro territorio: dal marzo 2017 al 31 dicembre 2019 sono stati infatti circa 30 gli eventi culturali promossi da “SPAZIO APERTO” ! Eventi che hanno sì occupato, ma non certo saturato uno “Spazio” sempre “Aperto” a tutto ciò che possa promuovere il nostro territorio attraverso ogni ramo della cultura; è stato questo infatti l’ unico filo conduttore che ha legato le tante iniziative condotte e che hanno spaziato da temi attuali , di storia , di agricoltura a quelli inerenti il commercio, la sanità o la riscoperta delle tradizioni, di personaggi della storia cittadina colpevolmente dimenticati, per finire poi con l’ arte. Il fiore all’occhiello di “Spazio Aperto” è infatti, attraverso l’impiego di molteplici energie, la realizzazione di un progetto di salvaguardia del nostro patrimonio artistico, con un esperimento ambizioso, ma riuscito, quello ossia di salvare dall’abbandono e dal degrado ben 5 opere d’arte, i 5 dipinti presenti nella piccola “Chiesa Scrigno” della frazione di Orzale in Val di Chio.

La conclusione del primo triennio di attività ha coinciso anche con il rinnovo delle cariche in seno alla stessa Associazione. L’assemblea Generale che si è svolta lo scorso 21 febbraio 2020 ha visto la nomina del nuovo consiglio direttivo composto da Giuseppe Alpini, Rossano Gallorini, Danilo Serafini, Clara Domenichelli, Claudio Bonci, Andrea Giaccherini , Lucia Banchetti , Elisabetta Capponi, Adelma Banchetti, Francesco Tiezzi e Carlo Morelli .

Il nuovo Consiglio direttivo, nuovo per 3/11 rispetto al precedente, insediatosi in data 26 febbraio 2020, ha poi confermato Rossano Gallorini nella carica di Presidente, Giuseppe Alpini in quella di Vice-Presidente, Claudio Bonci e Clara Domenichelli rispettivamente in quelle di Tesoriere e Segretario.

Gallorini desidera esprimere un ringraziamento particolare al Consiglio Direttivo uscente e a tutti quelli che in questi tre anni hanno lavorato per la realizzazione di eventi, unitamente a coloro che hanno anche contribuito fattivamente al finanziamento dei restauri dei dipinti.

Nei tre anni, il numero dei soci, rispetto a quello dei fondatori è attualmente triplicato e al 31 dicembre u.s. essi erano esattamente 86.

Il nuovo Consiglio Direttivo si è subito messo al lavoro per progettare la realizzazione di importanti eventi in programma per l’ anno corrente, un calendario che adesso subirà purtroppo degli slittamenti per effetto delle opportune normative legate al COVID-19.

 

comunicato stampa

 

 

Condividi l’articolo