Sindaco: “importante colloquio con il ministro”

“La significativa presenza oggi in città del ministro del turismo Garavaglia ha rappresentato una occasione concreta per portare all’attenzione del governo non soltanto le tante risorse del nostro territorio ma per far conoscere la nostra progettualità finalizzata ad una crescita continua e consolidata del turismo, settore che si va sempre più affermando come motore di sviluppo. Ho avuto l’opportunità di raccontare al ministro l’ingegno, la tenacia e la laboriosità della nostra terra insieme alle tante bellezze che racchiude, e allo stesso tempo quella di sottoporgli le necessità più sostanziali alla vera trasformazione della città, dalle infrastrutture, al sistema museale, alla premialità da riconoscere alle città più virtuose. Stanno diventando sempre più necessari interventi quali il raddoppio del raccordo autostradale, il completamento della Due Mari, la realizzazione di una stazione intermodale ferro-ferro capace di rispondere non soltanto alla città ma all’intera area vasta. Altrettanto importante, la possibilità di gestire direttamente il patrimonio museale, mettendo così a sistema l’intera offerta culturale , proprio attraverso la fondazione Arezzo Intour, che ha dimostrato di essere ben capace di dirigere sistemi complessi. Ultimo, ma altrettanto significativo, il riconoscimento da parte del governo centrale della “buona gestione” delle risorse: Arezzo è uno dei pochissimi Comuni nei quali la tassa di soggiorno, interamente gestita dalla Fondazione, viene totalmente reinvestita in attività di promozione e marketing del territorio. Il ministro Garavaglia ha condiviso questa mia visione: è mia convinzione che con l’aiuto di un governo attento ai territori si possono ottenere grandi risultati”.

Condividi l’articolo