Sei fototrappole nuove a Castiglion Fiorentino

“Mantenere il territorio in ordine è davvero difficile se i comportamenti dei cittadini non cambiano! Ma non smetteremo di combattere i comportamenti incivili e, anzi, lo faremo con sempre maggiore impegno e dedizione” afferma l’Assessore all’Ambiente Francesca Sebastiani. L’Amministrazione comunale prosegue l’attività di contenimento degli abbandoni di rifiuti ed ha attivato 5 ulteriori fototrappole affiancandole a quella che già era in uso. Il rallentamento dei controlli dovuto al blocco emergenziale che ha coinvolto tutto il territorio durante i mesi di Covid-19 è finito e adesso viene ripristinato un sistema rigido di videosorveglianza per le piazzole più critiche che andrà avanti per tutto l’anno, di postazione in postazione. Sono già stati notificati i primi verbali relativi a punti pregevoli del territorio, che purtroppo ormai erano divenuti abitudinariamente vere discariche, comportando importanti costi per la loro rimozione, oltre alla dequalificazione dell’ambiente. “Le criticità ci sono e ne siamo consapevoli, ma solo in minima parte sono dovute a disservizi del gestore: sono invece quotidiani gli abbandoni ed i conferimenti in spregio dell’organizzazione e del decoro dell’ambiente. Del resto definire nuove strategie è molto complesso se le energie devono essere impiegate principalmente nel contenimento degli abusi. Con questi strumenti i nodi vengono al pettine e già dopo poche settimane è possibile adottare strategie diverse in base a quanto si riscontra dai controlli. Del resto, dopo aver fatto opera di sensibilizzazione verso i corretti conferimenti di rifiuti, dopo aver necessariamente investito in strumenti di controllo che ci consentono di punire chi compromette il decoro del territorio, l’ultimo intervento che ci resta da compiere in talune situazioni che non  migliorano è di eliminare il problema togliendo la postazione. Drastico, ma necessario. In questo modo si toglie un servizio, ma i costi di mantenimento uniti al danno di immagine che dette situazioni comportano, richiedono azioni anche scomode. Per talune postazioni andremo a togliere i cassonetti, potenziando quelle limitrofe. Chiediamo ai nostri concittadini di aiutarci a monitorare la situazione e a contattarci nel caso in cui alcune scelte vadano a limitare troppo le loro abitudini. Solo unendo le forze nell’unico intento di garantire pulizia e decoro potremo contrastare i comportamenti scorretti che compromettono il nostro ambiente” conclude l’assessore all’Ambiente Sebastiani. A questo proposito l’ufficio Ambiente è disponibile ai propri contatti (tel 0575656485 800012202) per i cittadini che si trovassero in difficoltà a causa della rimozione delle postazioni e concordare con loro eventuali soluzioni.

Condividi l’articolo

Vedi anche: