Seconda vittima del coronavirus, un ultrasettantenne di Sestino

Seconda vittima aretina stroncata da complicazioni legate al Covid19. Si tratta di un muratore in pensione di 78 anni residente a Sestino. A darne notizia il sindaco Franco Dori. La fonte di contagio è la stessa che ha ucciso l’altra vittima, un 91enne di Badia Tedalda. Entrambi avevano un contatto comune a Piacenza. “Una persona squisita, amava socializzare, ci parlavo spesso» racconta commosso il sindaco di Sestino Franco Dori. Era ricoverato in terapia intensiva ad Arezzo e le sue condizioni erano tra quelle più gravi, non ha resistito all’avanzare della malattia.

Condividi l’articolo

Vedi anche: