Scuola nel caos, cattedre non assegnate

I posti disponibili erano più di quattrocento, ma, all’appello, si sono presentati solo in quindici. L’assegnazione delle cattedre agli insegnanti precari, che ha avuto luogo stamani in provincia, è andata quasi deserta. La stragrande maggioranza dei docenti, dunque, non si è presentata. Una parte dei presenti ha preferito non accettare. I posti erano riservati ai docenti e, in particolare, erano rivolti a coprire i posti definiti di sostegno. Presto sarà indetta un’altra convocazione. L’emergenza sanitaria sembra il motivo principale che ha indotto molti di loro a non presentarsi.

Condividi l’articolo

Vedi anche: