Scuola, le misure per le statali

Dalla riunione con i dirigenti scolastici dei sei plessi aretini con l’Amministrazione comunale sono emerse alcune novità per il rientro degli studenti.

La prima riguarda la gestione delle mense che prevederà gli adeguamenti anti covid, come personale aggiuntivo, materiali monouso, lo sporzionamento dei pasti in zona sicura e separata, piatti biodegradabili, tovaglietta di carta. Dove consumare il pasto sarà deciso dai singoli dirigenti in base agli spazi e alla organizzazione interna.

Ci sarà poi il Bonus conciliazione per le famiglie. Nell’impossibilità di continuare ad erogare i servizi pre e post scuola l’Amministrazione ha previsto per ora fino al 31 dicembre un bonus, a disposizione di tutte quelle famiglie che non sono nelle condizioni di potersi organizzare con gli orari di entrata e di uscita. Entro il 10 settembre saranno comunicati i criteri di accesso al “Bonus conciliazione”.

La prima campanella per scuola dell’infanzia, elementari e medie suonerà il 14 settembre, solo i nidi comunali apriranno l’8 settembre. Mentre già da domani, 1° settembre, insegnanti e personale educativo saranno in servizio. Per quanto riguarda il trasporto, gli scuolabus saranno operativi seguendo tutte le prescrizioni di sicurezza e a bordo sarà misurata la temperatura.

Condividi l’articolo