Scrutinio, il caso della sezione 37

A scatenare un nuovo intoppo durante lo spoglio elettorale è stata la tensione che si è venuta a creare all’interno della sezione 37, in via Tricca, l’unica in città che dopo le 21 di ieri sera non aveva terminato lo scrutinio. Dopo 12 ore dall’inizio dello spoglio, anche se lo scrutinio non si è concluso, secondo i termini di legge, le schede devono essere portate in tribunale. Dopo le problematiche riscontrate in mattinata, il presidente di seggio ha deciso di chiamare sia le forze dell’ordine che l’ufficio elettorale del Comune per riuscire a venire a capo dell’impasse. Lo scrutinio era ripartito, ma non in tempo utile a concludersi nelle 12 ore previste. E così tutte le schede sono state portate in Tribunale,assieme a quelle delle altre 96 sezioni del Comune di Arezzo.

Questa mattina si è costituito il cosiddetto Ufficio Centrale, composto da un magistrato, 6 presidenti di sezione e un cancelliere. L’ufficio centrale è incaricato di verificare e convalidare anche tutte le altre schede delle sezioni comunali ed è presumibile che le operazioni si protrarranno per almeno un altro giorno, quando verrà fornito un dato ufficiale di tutte le sezioni. Nella tornata elettorale del 2015 per queste operazioni occorsero due giorni e mezzo.
Intanto l’attesa sale anche perché per predisporre le procedure del ballottaggio è necessario il risultato definitivo.

Condividi l’articolo

Vedi anche: