Scoperta casa a luci rosse

Sulla carta era un centro massaggi, in realtà, secondo i carabinieri di Sansepolcro che hanno denunciato la titolare, una 54enne cinese con numerosi precedenti per reati specifici per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, era una casa a luci rosse. Il blitz dei carabinieri nel centro massaggi ha permesso di riscontrare quanto già ipotizzato nella fase investigativa e cioè che all’interno della struttura venivano forniti ai clienti servizi ben diversi rispetto ad un centro estetico. Dopo aver riscontrato un consistente e sospetto via vai di persone, i carabinieri di Sansepolcro hanno deciso di avviare una prolungata attività di indagine attraverso mirati appostamenti e ricerche sul web. All’uscita del locale i militari hanno fermato ed ascoltato diversi clienti – molti provenienti anche da fuori regione – avendo così la conferma del fatto che oltre al normale massaggio, i frequentatori potevano ricevere dalla massaggiatrice, una donna cinese di 50 anni, prestazioni che oscillavano dai 20 ai 50 euro di costo. Tutti i proventi sia dei massaggi che dei trattamenti extra, venivano incassati esclusivamente dalla titolare del centro dove il relax poteva diventare a luci rosse, come pubblicizzato anche esplicitamente su alcuni noti siti di incontri sul web. La titolare è stata denunciata ma è al momento irreperibile.

Condividi l’articolo

Vedi anche: