Rubano due escavatori, messi in fuga

Simulava un normale trasporto, ma stava invece sottraendo mezzi pesanti del valore di 150 000 euro da alcuni cantieri. Grazie ad una tempestiva operazione dei Carabinieri di San Giovanni Valdarno nella notte, è stato possibile sventare un furto. Durante i controlli notturni, con il traffico notevolmente diminuito per il rispetto delle norme di coprifuoco, l’equipaggio gazzella ha notato un autocarro con a bordo due escavatori e svariate benne, nella zona industriale compresa tra Terranuova Bracciolini e San Giovanni Valdarno.
L’autocarro ha inizialmente simulato un andamento di marcia a bassa velocità, ma i militari hanno intuito che non poteva trattarsi di un normale trasporto, visto l’orario e la vicinanza con cantieri aperti nella zona.
I sospetti dei Carabinieri sono stati subito confermati,quando l’autista ha effettuato una brusca manovra provando a far perdere le proprie tracce. Dopo alcune centinaia di metri di inseguimento e dopo aver imboccato una strada secondaria l’autore del furto ha abbandonato il mezzo e si è dato alla fuga nella campagna circostante.
Gli accertamenti effettuati sul mezzo hanno poi evidenziato che lo stesso autoacrro usato per trasportare illegalmente i due escavatori era stato rubato a sua volta, una settimana fa in provincia di Lucca, mentri i macchinari a bordo provenivano da un cantiere di proprietà di una ditta di Bucine. Sono tuttora in corso le indagini per individuare gli autori del tentato furto.

Condividi l’articolo