Restituita alla famiglia la salma di Alfredo Marconi. Sgomento a Cortona, mercoledi i funerali

Sgomento a Cortona  per l’improvvisa scomparsa di Alfredo Marconi morto sulle piste da sci della Val Gardena in Trentino Alto Adige ieri mattina.

Titolare della nota concessionaria a Camucia, ha perso la vita mentre affrontava una delle piste più difficili del comprensorio sciistico, la ‘Saslong’.

Non è chiaro se all’origine dell’incidente ci sia stato un malore o se la morte sia sopraggiunta per la caduta che gli ha procurato, per altro, importanti ferite alla testa e al volto.

Marconi, nonostante i soccorsi immediati, è spirato sul posto.

Gli inquirenti hanno deciso di non procedere all’autopsia e la salma è stata restituita alla famiglia che già nella tarda serata di oggi, lunedì 17 febbraio, lo riporteranno a Cortona.

I funerali, con tutta probabilità, saranno celebrati nella giornata di mercoledì 19 febbraio.

Alfredo Marconi aveva 76 anni. Lascia la moglie Vanda e il figlio Matteo oltre a 4 nipoti. Nel 2007 aveva perso il figlio primogenito Simone, in un incidente stradale con la moto lungo la sr71 all’altezza di Vitiano.

 

Condividi l’articolo

Vedi anche: