Rapinatore in carcere

36 ore di lavoro ininterrotto dei carabinieri a Montevarchi hanno consentito di identificare e sottoporre a fermo l’uomo che nel primo pomeriggio di mercoledì aveva messo a segno una rapina a mano armata ai danni di un negozio di abiti da sposa nel quartiere Pestello a Montevarchi. Il malvivente, un 40enne pregiudicato di Trento, secondo quanto riferito dalla dipendente del negozio, era entrato minacciando la donna con un cacciavite e si era fatto poi consegnare il denaro in cassa, alcune centinaia di euro, per poi darsi alla fuga.

Un’azione fulminea, considerato che il tutto è durato meno di un minuto. I carabinieri si sono messi al lavoro e attraverso l’esame delle immagini di video sorveglianza e l’ascolto dei testimoni e sono così arrivati ad individuare il 40enne già protagonista di svariate vicende giudiziarie anche in Valdarno. L’uomo indossava ancora le scarpe usate per la rapina. Per lui è scattato il fermo ed è stato accompagnato presso il carcere di Arezzo.

Condividi l’articolo