Raccolta dei rifiuti attraverso appositi kit dove abitano soggetti positivi al covid

In merito all’ordinanza del Presidente Regione Toscana N. 13 del 16.03.2020 in materia di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani domestici provenienti da locali dove dimorino soggetti risultati positivi alla Covid-19 l’ATO fa presente le nuove disposizioni tecnico-gestionali.

L’Azienda USL è incaricata di segnalare il caso al Comune interessato il quale lo comunica al Gestore del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Per quanto riguarda la fase di conferimento e di raccolta il Gestore del Servizio rifiuti provvederà alla consegna di KIT per il ritiro rifiuti (sacchi, nastro adesivo e contenitore) al domicilio della persona positiva in assistenza domiciliare, eseguirà poi la raccolta dei rifiuti ogni 3/5 gg ritirando l’apposito contenitore.  All’arrivo al domicilio, quindi, contatterà telefonicamente l’assistito invitandolo a esporre fuori dalla porta il contenitore con i rifiuti; gli incaricati, che indossano i DPI e una volta arrivati alla porta del destinatario, preleveranno il contenitore e depositeranno un nuovo KIT per il successivo ritiro rifiuti (sacchi, nastro adesivo e appositi contenitori a perdere) suonando il campanello e si allontaneranno prima dell’apertura della porta. I rifiuti saranno conferiti e raccolti in maniera indifferenziata, senza adempiere agli obblighi di raccolta differenziata. Il posizionamento del contenitore contenente i rifiuti dovrà avvenire in luogo in cui gli operatori possano accedere agevolmente.

Condividi l’articolo

Vedi anche: