Proseguono gli Archeo campus

Prosegue a pieno ritmo l’attività dell’”Archeocampus”, i campi solari organizzati dal Comune di Castiglion Fiorentino presso il piazzale del Cassero, in collaborazione con l’Ente Serristori. Alle gioco-lezioni, che hanno preso il via lo scorso lunedì 22 giugno e dureranno fino al 28 agosto, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 13, possono partecipare i bambini tra i 5 e i 10 anni.  Rispettando le regole imposte dal Governo sul contenimento della pandemia da Covid-19, il numero massimo consentito a partecipare all’Archeocampus è di 20 bambini contemporaneamente, suddivisi in 4 gruppi, sotto la supervisione di 4 operatrici. Gli argomenti trattati durante i laboratori didattici sono inerenti alla storia, all’arte e all’archeologia, proseguendo così le lezioni di didattica museale intraprese durante i mesi scorsi dal Sistema Museale Castiglionese.  “ E’ importante far riavvicinare in maniera giocosa i bambini al nostro patrimonio artistico e archeologico” sostiene il direttore scientifico del Sistema Museale, Stella Menci.  “Un’iniziativa che ci ha visto coinvolti con l’Amministrazione Comunale, che ha preso il via nel 2019 fin da subito apprezzata dai castiglionesi e che rientra a pieno titolo nel rinnovamento che insieme al mio consiglio di amministrazione abbiamo messo in atto in questi anni. Un percorso che ha portato l’Ente Serristori ad essere La Casa di tutti ed anche l’Archeocampus rientra in questo concetto” afferma Alessandro Concettoni, presidente dell’Ente Serristori. “Soddisfazione per la grande partecipazione dei bambini e del consenso ottenuto dalle famiglie per l’iniziativa che ha lo scopo, da una parte, di far socializzare i più piccoli e, dall’altra, dare un aiuto alle famiglie castiglionesi” conclude l’assessore alle Politiche Sociali e Istruzione Stefania Franceschini.

Condividi l’articolo

Vedi anche: