Profughi, il ruolo della Asl

Tamponi, vaccinazioni, non solo per covid,  e cure ospedalieri. La Asl così supporta Prefetture e Comuni nella gestione dei profughi.   Intanto, dal 10 marzo riaprono gli ospedali per le visite ai parenti.

Condividi l’articolo