Pieroni freddo sull’esito dell’assemblea: avrei preferito giocare d’estate

Ermanno Pieroni, dg dell’Arezzo, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com a seguito dell’assemblea di Lega Pro con la quale sono state stilate le proposte da presentare al prossimo Consiglio Federale. “L’orientamento che ha vinto è quello della stragrande maggioranza dei club, ovvero quello che puntava all’interruzione del campionato. Personalmente, però, ero in linea con il pensiero espresso giorni fa da Adriano Galliani in merito ad una ripresa dopo l’estate. Capisco però anche le posizioni delle altre società di Lega Pro”.

Per quanto riguarda i criteri per la selezione della quarta società da promuovere in Serie B ha vinto quello legato alla media punti e al merito sportivo.
“Credo sia stata presa la decisione più logica in quanto non era possibile pensare di tornare in campo anche solo per la disputa dei playoff. Di sicuro è meglio dell’ipotesi sorteggio”.

Blocco della retrocessioni ma non delle promozioni dalla Serie D. Non c’è il rischio di una Serie C mostre il prossimo anno?
“Sotto questo punto di vista immagino che ci sarà una mediazione del Consiglio Federale. Tutto si potrà perfezionare ovviamente, purtroppo anche con la mancata iscrizione di quelle società che non avranno la forza di continuare il proprio percorso a causa della crisi che ci ha colpito. A questo proposito, ad esempio, trovo interessante la proposta emersa nei giorni scorsi di una B a due gironi con 40 squadre e una terza serie dilettantistica. Non so se sarà attuata né quando, ma permetterebbe a molte società di iscriversi senza troppi problemi”

Condividi l’articolo