Piano Vaccini,Fabi: “Includere lavoratori bancari”

Dall’inizio dell’emergenza legata al virus, le 180 filiali degli istituti bancari presenti nella nostra provincia che contano quasi duemila lavoratori e lavoratrici, hanno sempre garantito – così come in tutta Italia – la continuità del servizio al pubblico, anche nei momenti più difficili del lockdown, e questo proprio in coerenza con lo status di “servizio pubblico essenziale” delle banche. ABI/Associazione Bancaria Italiana, FABI e tutti i sindacati del settore hanno inviato al Governo, lo scorso 8 gennaio , una lettera. Nel testo si chiede, con forte auspicio, che il piano vaccini tenga opportunamente in considerazione – ferma restando la priorità per le persone più fragili e per quelle impegnate in prima linea nella lotta alla pandemia – anche le lavoratrici e i lavoratori impegnati nell’erogazione di servizi pubblici essenziali, inclusi quelli bancari.

Condividi l’articolo

Vedi anche: