Piano per la ripresa del comune di Arezzo

Il sindaco e la giunta comunale stanno predisponendo un “pacchetto” complessivo e trasversale di interventi finalizzati a proteggere la tenuta  sociale e stimolare la ripartenza economica dopo l’emergenza Covid-19.

Sono tre le commissioni “speciali”, presiedute dal sindaco Ghinelli, che si metteranno all’opera nel più breve tempo possibile: accanto al gruppo di lavoro dedicato alle attività produttive ne sono stati varati altri due affidati alla guida congiunta degli assessori Lucia Tanti e Tiziana Nisini. Si tratta di due “cabine di regia” dedicate a due Piani straordinari: il primo con il focus su “famiglia, salute, educazione, sport”, il secondo dedicato alla “coesione sociale”.

Siamo consapevoli – hanno spiegato gli assessori Tiziana Nisini e Lucia Tanti – che è necessario avviare dei veri e propri piani straordinari per accompagnare Arezzo oltre la crisi e superare questo periodo di grande difficoltà nazionale. La nostra è una città generosa, laboriosa e tenace: per ripartire nella fase 2 però c’è bisogno di armonizzare le forze di chi sta in prima linea.

Abbiamo quindi lanciato una chiamata a tutti i soggetti vitali del nostro territorio che si dedicano alla salute, alla educazione, alla coesione sociale, allo sport perché tutti insieme si possa portare Arezzo fuori dalla crisi che stiamo vivendo. Una crisi sanitaria che ha generato una crisi economica con potenti ricadute sociali, che oggi più che mai chiedono azioni decise e concordate. Terremo ovviamente conto, nei nostri lavori, del contributo del consiglio comunale. Ciò che ci interessa maggiormente è che la fase 2 possa essere scritta insieme, soprattutto là dove si parla del sostegno e della tenuta delle famiglie aretine. Al Comune spetta il ruolo di dare la linea, ma solo insieme ce la faremo”.

Condividi l’articolo