Partito iter piano urbanistico

Partito a Castiglion Fibocchi l’iter che prevede il confronto con categorie economiche, professionisti, associazioni e cittadini sul nuovo strumento urbanistico (Piano Operativo e Piano Strutturale) al fine di realizzare un progetto con un assetto innovativo, pensato per le generazioni future, e soprattutto slegato dai vecchi metodi, ormai obsoleti e non più conformi alle normative.

“L’attenzione al bello, all’eco sostenibile, all’innovazione, alla realtà rurale, all’associazionismo e l’obiettivo di ripopolare l’Aretino con nuova residenzialità, oltre che lo sviluppo di servizi all’avanguardia e maggior attenzione al welfare”. Tutte tematiche che rientrano nel segmento della qualità della vita e che sono state al centro del confronto che si è svolto tra l’Amministrazionecomunale, i progettisti ed i cittadini.

Punto fondamentale è, infatti, la legge regionale 65 /2014 che, in sostanza, detta le principali regole e mette molti paletti anche per le scelte delle Amministrazioni locali. Vincoli, perimetro urbanizzato e consumo di suolo, ma pure nuovi sviluppi per lepiccole comunità. “Questi, pertanto, i principali nodi affrontati nel primo incontro che si è tenuto venerdì scorso. Da ora seguiranno altri appuntamenti, con professionisti e cittadini, per costruire assieme il futuro di Castiglioni” conclude l’Amministrazione comunale.

Condividi l’articolo

Vedi anche: