Operaio morto in Casentino

Lascia due figli l’operaio 51enne morto questa mattina intorno alle 10, mentre stava lavorando in un impianto di produzione di materiale per edilizia il Mariotti Calcestruzzi con sede in località La Nave nel comune di Bibbiena (Arezzo). Secondo una prima ricostruzione l’operaio sarebbe caduto per cause da accertare in quello che tecnicamente si chiama frantoio per materiali inerti, macchinario utilizzato per preparare il calcestruzzo e per lui non ci sarebbe stato niente da fare. Sul posto sono arrivati subito i soccorsi del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri che, insieme agli ispettori del lavoro, conducono le indagini. L’operaio, separato e padre di due figli, abitava nella zona e da sempre lavorava all’impianto dove era conosciuto stimato. Il cugino, accorso sul posto, ha confermato tra le lacrime come l’uomo fosse esperto e sempre molto attento. Le indagini, che i carabinieri tengono nel piu stretto riserbo, dovranno stabilire dunque cosa abbia determinato la caduta fatale nel frantoio.

Condividi l’articolo

Vedi anche: