Opera di Pietro Berrettini torna al Maec

Una prestigiosa opera d’arte torna al museo Maec di Cortona. Si tratta del Genio incoronato di Pietro Berrettini, meglio conosciuto come Pietro da Cortona (1596-1669). La tela raffigura la testa di un giovane uomo incoronato di alloro. Il dipinto lasciò le sale del museo Maec il 4 giugno scorso per essere portato al laboratorio di restauro. Grazie al prezioso lavoro eseguito dalla dottoressa Nadia Innocentini, i colori sono stati prima consolidati e poi riportati a quelli originali. L’opera è quindi ritornata nella sua sede espositiva tradizionale. La storia di questa tela contiene un aspetto di casualità. Fu, infatti, lo storico dell’arte Luciano Berti a individuare l’opera nei magazzini del Museo della Accademia Etrusca, all’indomani dell’apertura della mostra cortonese del 1956 dedicata al Berrettini, e a riconoscere in essa la mano del grande pittore Berti riconobbe nella figura del giovane incoronato uno studio preparatorio per il Genio alato che accompagna la Sapienza, figura allegorica presente nel salone di palazzo Barberini a Roma. Soddisfatto l’assessore alla cultura del comune di Cortona, Francesco Attesti, il quale, oltre a sottolineare l’accuratezza del lavoro restauro, evidenzia l’importanza della struttura museale per l’attività culturale della città e del territorio.

Condividi l’articolo