Non paga tasse su oro sparito

Il caso fece molto parlare di se. La guardia giurata che spari con un furgone carico di 4 milioni e 200mila euro di oro e che poi si costitui a Lucca e fu condannato poi a 4 anni e sei mesi dal giudice Gianni Fruganti. Il fatto accadde l’undici luglio del 2016, in un caldo e tempestoso mese che vide molti fatti di cronaca anche legati al meteo. Ebben, oggi alla guardia giurata viene contestata dalla Guardia di Finanza l’omessa denuncia di un milione e 400mila euro che avrebbe dovuto pagare la fisco. E si perché la legge rpevede che sui proventi illeciti comunque si debba versare le tasse. Il 65enne originario della Campania è tornato dunque a processo davanti al giudice Giorgio Margheri e al pm Bernardo Albergotti che sostiene l’accusa, contestata all’ex guardia giurata. Il processo che ha davvero del particolare, del resto come tutta la vicenda nel suo complesso, è stato aperto e aggiornata al 15 settembre prossimo.

Condividi l’articolo