Nei miei occhi

“Nei miei occhi”. Questo è il titolo della prima mostra personale di una tredicenne che, nell’ambito di un percorso neuro-psicologico, ha scoperto la macchina fotografica come mezzo espressivo e comunicativo per raccontare le emozioni. Ne sono scaturiti circa 500 scatti e i 35 selezionati saranno visibili nei locali della Galleria Spazio Imago in via Vittorio Veneto 33/20 dalle 18 di domenica 26 settembre, quando l’esposizione, patrocinata dal Comune di Arezzo, verrà inaugurata.

La giovane fotografa, Irene il suo nome, ha colto e immortalato nel corso del 2021 “frammenti di paesaggi urbani”, sviluppando così passione e competenza fotografiche, seguita dalla pedagogista Lucia Caneschi presso il Centro psicologico neuropsicologico riabilitativo per l’età evolutiva di Veronica Andreini. La mostra è scandita da quattro sezioni: “Sottopasso”, “Ombre”, “Natura” e “Riflessi”. La Galleria Spazio Imago si conferma un punto di riferimento cittadino per la promozione, la valorizzazione e la diffusione della fotografia nelle sue diverse forme e obiettivi, artistici, espressivi e sociali.  “Nei miei occhi” sarà poi visitabile anche martedì 28 e giovedì 30 settembre dalle 17,30 alle 19 e sabato 2 e domenica 3 ottobre dalle 17 alle 20. Sempre a ingresso gratuito e con obbligo di Green Pass.

«Le strumento utilizzato – commenta Lucia Caneschi – si è rivelato adeguato a dare voce al mondo interiore di Irene, spesso difficile da esprimere verbalmente, e ha potenziato la sua comunicazione attraverso un vocabolario di immagini, consentendo alla giovane fotografa di conoscere e di farsi conoscere. ‘Nei miei occhi’ lancia messaggi, rappresenta e descrive la realtà, è un canale di stupore e scoperta del mondo attraverso i dettagli».

Condividi l’articolo