Natale e visite in ospedale

Un accesso straordinario ai familiari dei malati Covid in vista delle festività natalizie. Il vicesindaco di Arezzo Lucia Tanti ha inoltrato una richiesta al direttore dell’ospedale San Donato Barbara Innocenti
Sono tante le storie che vi stiamo raccontando in questo periodo e che mettono al centro della guarigione dal covid, l’aspetto umano e inter relazionale. Ma oltre al covid tante malattie, ora più che mai, costringono ad un forzato allontanamento dai propri cari.

Nella lettera inviata alla responsabile del presidio ospedaliero del San Donato, ringraziando tutti gli operatori sanitari per l’impegno profuso durante questi mesi difficili, si sottolinea l’attenzione verso i casi più delicati come il fine vita e per gli stessi malati di Covid. Si chiede pertanto la possibilità di impostare diversamente le visite per permettere un gesto di affetto tra pazienti e familiari nei giorni che tradizionalmente dedichiamo agli affetti più cari, quelli natalizi.

“Parliamo, evidentemente, di un segnale di umanità, che ritengo sia giusto introdurre -spiega Tanti – Per adesso l’organizzazione ospedaliera, giustamente, ha privilegiato aspetti legati alla tutela della salute pubblica: basti pensare ai percorsi e agli orari di visita, molto stringenti per gli stessi parenti. Ora è il momento di aprirsi”

Condividi l’articolo