Museo di Sestino aperto

Nell’ambito dei progetti di valorizzazione promossi dal Mibact, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo apre al pubblico con visite guidate gratuite il complesso museale di Sestino e l’area archeologica delle Terme romane. Direttamente raggiungibile dal Centro visite per il Sasso di Simone, il complesso accoglie nella ex Palestra Comunale la sezione dei statuaria di età romana, a cui si aggiunge la sezione epigrafica, esposta nella sede originaria dell’Antiquarium Nazionale inaugurato nel 1932. All’interno delle due strutture museali sono oggi esposti i reperti venuti alla luce nel corso dei secoli dal sottosuolo dell’antico Municipium romano, situato in posizione strategica al centro dell’Appennino e per questo dotato di edifici pubblici e privati di notevole ricchezza. Il percorso di visita è completato dai resti delle terme e dalle strutture archeologiche individuate a fianco della Pieve di San Pancrazio.

Condividi l’articolo