Matrimonio con clandestino bloccato

Una 28enne di Umbertide e un coetaneo di origini marocchine, clandestino, erano in procinto di convolare a nozze in un presunto matrimonio combinato. Sono stati i carabinieri a scoprire la vicenda e a bloccare la cerimonia già programmata in Comune. Secondo i militari si sarebbe trattato di un matrimonio puramente strumentale per far acquisire la cittadinanza italiana al giovane marocchino. La Procura di Perugia, informata dei fatti, ha emesso un decreto di sequestro del fascicolo con i carabinieri che di fatto, presentandosi in Comune per eseguire il provvedimento, hanno reso impossibile la celebrazione delle nozze.

Condividi l’articolo

Vedi anche: