teletruria

Lutto, è morto Antonio Zucchi

La morte di Antonio Zucchi, la notizia è stata data ad esequie avvenute, ci ha colto di sorpresa. Aveva 81 anni. Da tempo le sue condizioni di salute non erano buone ed era sfuggito alle cosidette luci della ribalta. Eppure Antonio Zucchi non è stato certo un personaggio di secondo piano visto che al suo  cognome, è legata la storia del distretto orafo aretino, il distretto più importante d’Italia se non del mondo. Il 90 per cento di coloro che si sono cimentati nell’impresa orafa è passato dall’azienda fondata da suo padre Carlo e da Leopoldo Gori . Azienda  che da sempre resta il simbolo della oreficeria aretina, la casa madre della lavorazione del metallo giallo. Zucchi è sempre stato uno schivo nonostante abbia assunto incarichi di rilievo nella vita pubblica. Prima Presidente degli industriali aretini poi della Federazione nazionale degli orafi. In una nota Confindustria Arezzo ha ricordato il ruolo di Antonio Zucchi sia nella impresa che nella associazione. “Arezzo perde un imprenditore che ha lasciato il segno – ha detto Fabrizio Bernini – che ha legato il suo nome alla Unoaerre”.

Condividi l’articolo

Vedi anche: