teletruria

Lucacci: “Meoni non è Solinas…”

Echi del voto sardo anche ad Arezzo. Sulla comparazione Solinas-Meoni non ci sta il leader di Fratelli d’Italia Lucacci che dice che i parallelismi sono sbagliati. “A Meoni è stato chiesto di restare, ma la sua insipienza politica ha fatto in modo che prevalesse la sua natura divisiva. Noi gli abbiamo chiesto di ripresentarsi, ma lui in una squadra vuole fare il Presidente, l’allenatore e magari il portavoce dei tifosi. Comunque, se Meoni ci ripensa le porte sono aperte, anche se il ruolo di centravanti spetta ad altri. A meno che non giochi già a favore di Vignini…”

Condividi l’articolo

Vedi anche: