Locale troppo chiassoso

Operazione della polizia municipale a tutela della quiete pubblica. L’intervento si è indirizzato, anche a seguito delle segnalazioni dei cittadini, nei confronti di un locale del centro divenuto il ritrovo di numerosi giovani che, in particolare nel weekend, consumavano bevande all’esterno e producevano schiamazzi. Il tutto, unito alla musica ad alto volume propagata dagli impianti di amplificazione, recava disturbo ai residenti. Il problema è stato posto anche all’attenzione dell’Arpat: dall’esito delle misurazioni dell’agenzia regionale è emerso che i livelli sonori di rumore ambientale, durante l’orario di apertura, erano superiori a quelli ammessi. L’indagine della polizia municipale, passata attraverso vari accertamenti e la contestazione di più violazioni amministrative nei confronti del titolare del locale, un cittadino straniero, per aver diffuso musica senza essere in possesso della prescritta autorizzazione comunale, è culminata con la denuncia all’autorità giudiziaria per disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone.

Condividi l’articolo

Vedi anche: