Le Acli di Arezzo digitalizzano i servizi fiscali e previdenziali

Dalle dichiarazioni dei redditi alle novità del decreto “Cura Italia”: le Acli di Arezzo stanno continuando a lavorare per via digitale per garantire tutti i loro servizi di Caf e Patronato. L’attuale situazione di emergenza ha spinto gli uffici dell’associazione a riorganizzare il loro operato per adeguarsi a quanto previsto dalle misure igienico-sanitarie e per rispondere alle esigenze dei cittadini attraverso l’utilizzo della tecnologia, confermandosi come un punto di riferimento per tante pratiche fiscali e previdenziali. Il Patronato Acli sta facendo fronte a numerose richieste relative soprattutto ai contenuti del “Cura Italia” per famiglie e lavoratori, fornendo informazioni e assistenza relativi ai Congedi Covid-19, ai Bonus Baby Sitter e all’Indennità 600 Euro, mentre due piattaforme web sono state previste dal Caf Acli per permettere ai cittadini di continuare a ricevere servizi senza muoversi da casa.

Condividi l’articolo