La Scuola Basket Arezzo aspetta il Natale tra giochi, tornei e sorprese

Babbo Natale sul parquet del palasport Estra “Mario d’Agata”. La Scuola Basket Arezzo anticipa il Natale con alcune giornate di festa dedicate ai bambini e alle bambine del minibasket Nova Verta che saranno scandite da un’alternanza di giochi, sfide e sorprese. Questo periodo dell’anno era tradizionalmente caratterizzato da una giornata di festeggiamenti in cui venivano riuniti tutti i giovani cestisti, le famiglie, gli istruttori e i dirigenti ma l’attuale situazione sanitaria ha motivato la società ad annullare questo appuntamento e a studiare formule alternative adatte al periodo. I momenti di festa saranno così previsti direttamente all’interno dei gruppi di allenamento in cui già sono divisi i bambini nati tra il 2010 e il 2017.

Le lezioni verranno ospitate in un palasport adeguatamente addobbato per il Natale e proporranno una serie di sfide, percorsi combinati e minitornei per permettere ai piccoli atleti di vivere un bel momento per confrontarsi, divertirsi, mettersi alla prova e testare quanto appreso negli ultimi mesi. I singoli allenamenti del minibasket Nova Verta termineranno poi con lo scambio degli auguri e, soprattutto, con la visita di un Babbo Natale in versione cestistica che consegnerà gadget e doni a tutti i tesserati del settore giovanile. Questo momento sarà anche un’occasione per ringraziare gli atleti per l’impegno e la passione dimostrati nel corso di un anno particolarmente incerto a causa dell’emergenza sanitaria, dunque una simile iniziativa coinvolgerà anche i ragazzi dell’Under14, delle Under15 Galvar e Rosini, dell’Under16 Chimet, delle Under19 Tecnoil e Rosini, e del basket integrato Bm Centro Tecnico. «Queste iniziative – commenta Federico Fracassi, segretario della Sba, – nascono per far vivere ai nostri bambini e ragazzi un momento di festa in vista del Natale. Gli allenamenti natalizi garantiranno il rispetto di tutte le norme anti-Covid ma permetteranno comunque di vivere piacevoli giornate di divertimento, di gioco e di sorpresa immerse nelle atmosfere di festa».

 


Condividi l’articolo