La madre di Denise testimone in aula

Avrebbe offeso  la reputazione di Piera Maggio e della figlia Denise Pipitone con frasi lesive sui social per pubblicizzare uno suo spettacolo, comico aretino 43enne a processo per diffamazione, Piera Maggio testimonia in aula ad Arezzo. L’udienza si è tenuta questa mattina in Tribunale ad Arezzo. La madre di Denise, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo nel trapanese nel 2004, è arrivata puntuale in aula accompagnata dall’avvocato Cristian Rosa, delegato dal legale Giacomo Frazzitta del Foro di Mazara del Vallo a rappresentarla donna. Il processo è quello a carico di un comico aretino di 43 anni che, secondo la denuncia, avrebbe leso la reputazione della donna pubblicando piu volte e “seguendo il medesimo disegno criminoso seppur in tempi diversi” frasi pesanti sul conto di Piera Maggio per pubblicizzare un proprio spettacolo satirico. Piera Maggio si è dichiarata allibita ribadendo di esserci rimasta molto male.  Il processo, davanti al giudice Nina Salerno e al pm Bernado Albergotti, è stato aggiornato al 19 novembre quando saranno sentiti i responsabili del Circolo Aurora e 12 testimoni della difesa rappresentata dall’avvocato del foro di Arezzo Niki Rappuoli che punta sulla sottile linea che divide la libertà artistica dalla diffamazione per lscagionare il suo assistito.

Condividi l’articolo

Vedi anche: