Investì e uccise un clochard, preso dai carabinieri

Individuato l’uomo che nella notte del primo marzo investì, uccidendolo, un senza tetto che camminava di notte,lungo la regionale 69 del Valdarno aretino. Si tratta di un giovane operaio incensurato denunciato per omicidio stradale aggravato dalla fuga, incendio con l’aggravante di aver cercato di nascondere le prove e simulazione di reato. Secondo la ricostruzione dei carabinieri l’uomo, che stava tornando da una serata in un locale di Loro Ciuffenna, non ha visto il clochard e lo ha investito, poi preso dalla paura ha vagato per la campagna abbandonando l’auto e tornando a casa a piedi. Il giorno successivo sarebbe tornato nel luogo dove aveva lasciato l’auto per darle fuoco. Una volta distrutta l’auto, una Fiat Cinquecento, è andato dai carabinieri per denunciare il furto della stessa. Attraverso le telecamere e alcune testimonianze i carabinieri sono arrivati fino all’operaio che è stato sottoposto a perquisizione domiciliare. A quel punto l’uomo ha deciso di collaborare. Attualmente è indagato per omicidio stradale aggravato dalla fuga, incendio con l’aggravante di aver cercato di inquinare e distruggere le prove e simulazione di reato in relazione alla falsa denuncia di furto.

Condividi l’articolo

Vedi anche: