Incontro in Prefettura per il rilancio delle attività in vista della riapertura

 

Il Prefetto, nella mattinata odierna, ha riunito intorno ad un tavolo di lavoro alcune banche del territorio provinciale ed i rappresentanti delle Associazioni degli operatori economici per un approfondimento congiunto sul tema del sostegno al bisogno di liquidità delle imprese in vista della ripresa delle attività produttive.

Dialogo, scambio reciproco delle informazioni, collaborazione: queste le parole chiave intorno alle quali deve essere costruito il rapporto banca-imprenditore nella prospettiva del superamento dell’attuale momento di difficoltà.

Dal costruttivo confronto, a cui hanno preso parte anche il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza ed il Segretario Generale della Camera di Commercio, è emerso il concorde convincimento che, per far decollare l’accesso al credito delle imprese, occorre garantire procedure semplificate e veloci ma anche completezza delle informazioni.

Gli istituti di credito, nel ribadire la loro vocazione territoriale a supporto delle imprese, hanno confermato che gli organici del personale sono stati ristrutturati per far fronte alle numerose istanze pervenute in questi giorni e che i processi decisionali, grazie alla completa digitalizzazione delle procedure, consentono di fornire risposte in tempi rapidi alle esigenze degli imprenditori, con l’attivazione delle diversificate linee di credito, che vanno dai prestiti garantiti dallo Stato ad altre forme di finanziamento che ciascun ente creditizio ha elaborato per la propria clientela.

I rappresentanti delle Associazioni di Categoria hanno apprezzato l’impegno messo in campo dalle banche ed hanno assicurato ogni più ampia collaborazione nell’assistere gli imprenditori nella compilazione della modulistica prevista per le richieste di finanziamenti.

Il Prefetto ha espresso soddisfazione per l’approccio pragmatico che ha caratterizzato tale momento di incontro ed ha ribadito che, in questo contingente momento, è opportuno trovare il giusto equilibrio tra la necessità di svolgere attenti controlli nell’erogazione di denaro pubblico con la velocità della risposta ai bisogni degli imprenditori.

Condividi l’articolo