Incendi, il punto

Occorreranno un paio di giorni alla Procura di Arezzo per avere la relazione tecnica dettagliata dei vigili del fuoco circa l’incendio che, nella notte tra il primo e due aprile ha distrutto l’azienda calzaturiera Valentino di Levane nel comune di Bucine (Arezzo). Stando ad indiscrezioni nessun elemento farebbe pensare ad una origine diversa da quella accidentale del rogo ma il pm Marco Dioni, a cui questo primo filone di indagine sui roghi di Levane è affidato mantiene il piu stretto riserbo. Le valutazioni finali potranno essere fatte solo a relazione dei vigili del fuoco terminata. Diversa e piu complessa l’indagine sull’incendio che ha danneggiato, una settimana dopo, la fabbrica di finiture metalliche Lem con sede a pochi metri dalla prima. Qui l’indagine è coordinata dal pm Angela Masiello impegnata a fare accertamenti precisi su quanto accaduto. Sul posto è stata notata la presenza di una finestra rotta e stando ad indiscrezioni sarebbe scattato il sistema anti intrusione poco prima dell’incendio ma, stando a quanto trapela da fonti vicine alla procura, c’è bisogno di maggior tempo e ulteriori elementi per formulare un’ipotesi precisa sull’origine delle fiamme

Condividi l’articolo

Vedi anche: