Inaugurata a Subbiano la scultura di “Giano Bifronte”

Taglio del nastro a Subbiano per la nuova scultura di “Giano Bifronte”. Il monumento del maestro Alessandro Marrone, posto lungo via Aretina, è stato inaugurato nel corso di una manifestazione che ha registrato la presenza di istituzioni, associazioni e aziende del territorio che, negli ultimi anni, hanno dato vita ad una rete volta a concretizzare una maestosa porta d’accesso al Casentino. Il “Giano Bifronte”, alto quattro metri, vanta già un record perché è il più grande monumento al mondo dedicato all’antica divinità romana presente nel simbolo di Subbiano. La cerimonia di inaugurazione ha trovato il proprio apice nel taglio del nastro ad opera di Marrone, del sindaco Ilaria Mattesini, dell’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli e del presidente de La Cornucopia Giulio Locatelli.
Condividi l’articolo