Imbrattata la statua di Benigni a Manciano

Imbrattata di vernice rossa la statua dedicata a Roberto Benigni, realizzata a Manciano nel cmune di Castiglion Firoentino luogo dove Roberto Benigni è nato, dallo scultore locale Andrea Roggi. La scultura fu realizzata nel 1999 subito dopo le riprese del film “La vita è bella”, effettuate in parte a Castiglion Fiorentino con lo scopo di rendere omaggio, attraverso la figura di Benigni alla creatività. Ignoti hanno gettato vernice rossa su tutto il basamento in pietra della statua e ci vorrà del tempo, ha detto lo scultore che l’ha realizzata, per restaurarla. All’inaugurazione di 21 anni fa parteciparono anche i genitori dell’attore, Luigi e Isolina ma non è mai stata visitata da Roberto Benigni nonostante lo stesso abbia ricordato di recente in tv il luogo dove è nato e da dove i genitori partirono per cercare lavoro a Prato. La mancanza di una visita nel paese natio ha suscitato in passato forti polemiche. Sono in corso indagini per risalire agli autori del gesto.

Condividi l’articolo