Hospice ad Agazzi per due anni

E alla fine è stato trovato l’accordo dopo due mesi di polemiche.  L’hospice per due anni sarà svolto nella palazzina di Agazzi che ospita l’istituto di riabilitazione. L’accordo è stato ufficializzato da una nota  firmata dal dg della asl toscana sud est Antonio d’Urso. Dal 9 agosto sarà reso operativo. Una soluzione temporanea che servirà alla Regione di proseguire nel progetto Pionta, dove è prevista la costruzione di una nuova struttura. Ad Agazzi saranno 8 le camere a disposizione, un numero più che sufficiente per rispondere alle esigenze del servizio, che propone degli aspetti delicati e al tempo stesso particolari. Del resto la scelta di Agazzi è sembrata la più idonea, visto che la Madre Provvidenza resta una struttura che ha l’accreditamento per svolgere servizi di questo tipo. La Asl, in base all’accordo garantirà il servizio con il suo personale medico-sanitario. L’istituto metterà a disposizione le strutture e il personale di supporto per garantire il funzionamento del servizio stesso. D’Urso ha ribadito che la soluziine Agazzi garantisce la continuità del servizio.

Condividi l’articolo