Ghinelli: “Sulle passeggiate scriverò a Rossi di adottare il modello Lombardo”

Torna il sorriso al sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli visto che nel capoluogo si ripete  il numero 0. E anche la Provincia offre  un quadro decisamente inferiore rispetto ai giorni scorsi. Il chiarimento con la Regione ha sortito gli effetti sperati visto che il dato che la ASL comunicherà torna ad essere come quello due due giorni fa.
La polizia locale, che ha potuto riavere il supporto del drone, oggi ha controllato 84 persone, tre sanzionati per non aver rispettato indettati del decreto. Controllati anche i supermercati dove è bastata notata la presenza di troppe persone. E Ghinelli si è riapellato ai suoi concittadini a evitare questo. “Vale la pena questo rischio per un contagio?”
Sulla circolare relative alle passeggiate con i bambini. “Ho capito una cosa, dal Nord ci sono state delle divergenze dopo la nota di ieri sera. Dalla Lombardia è arrivato un no secco perché il pericolo è ancora evidente. Chiederò a Rossi di non abbassare la guardia e di adottare quel modello visto che poi la Toscana sarà l’ultima Regione che uscirà’ dal contagio”. Resta la chiusura per parrucchieri e barbieri a cui è vietato fare servizio a domicilio.

Questione Planet: “Ho chiesto chiarimenti alla ASL su questa decisione. Mi auguro che possano arrivare. Ci sono delle problematiche E non di poco conto”.

Uffici postali , citato il caso di Staggiano e i disservizi legati alla chiusura. Non funziona nemmeno il bancomat. Almeno questo deve essere riattivato.

Il modulo dei buoni alimentari sarà a disposizione sul sito del comune dalle 20 di stasera. Nel modulo dovrà essere dichiarato lo stato di famiglia, il motivo della richiesta, l’estratto conto dei conti correnti al 30 marzo. Saranno ammessi al contributo a chi ha una giacenza bancaria al di sotto dei 12mila euro come somma globale.

Condividi l’articolo