Ghinelli: “Ancora troppa gente in giro”

“Opportuno tenere sempre la guardia alta”, dopo la soddisfazione degli ultimi due giorni, la ufficializzazione di due positività non regala il sorriso al sindaco di Arezzo. Sono 42 i casi accertati finora ad Arezzo città, un quadro decisamente inferiore rispetto al dato provinciale che nella giornata ha conosciuto una impennata. Purtroppo troppa gente oggi era in giro e questo non è utile. Nel collegamento oggi è stato il turno di Mauro Cornioli che ha parlato della situazione di Sansepolcro che non è certo semplice. Cornioli ha fatto l’ordinanza obbligatoria per l’uso delle mascherine. “Dovremo abituarci a questo e sarà opportuno anche in futuro a comportarsi in maniera diversa da prima”. Non verrà fatto il buono spesa ma il pacco alimentare in collaborazione con la Caritas.
Ghinelli ha parlato del rapporto della polizia. Giornata negativa con tre incidenti stradali. Tra l’altro un coinvolto si stava suo spostando da Piacenza verso l’Abruzzo senza valida giustificazioni. 4 persone sono state sanzionate nei controlli di oggi.

Il sindaco ha poi ricordato che sono vietati gli abbrucia e ti e la potatura degli ulivi. Oggi sono stati fatti 130 tamponi allo stadio e domani ne sono programmati altri 50. Il sindaco ricorda domani sarà proclamata la giornata delle vittime del coronavirus, invitando tutti i sindaci ad essere compartecipi della iniziativa.

Per il bonus alimentare, Arezzo entro 48 ore avrà a disposizione 525mila euro che una volta decisi i criteri, verrà assegnato in base ad una autocertificazione che gli interessati dovranno presentare. Sarà richiesto anche l’Isee. L’obiettivo resta quello di distribuire equamente il materiale. Il sindaco ha ammonito a non dichiarare il falso. I buoni verranno consegnati direttamente dal comune.

Mascherine, ancora stiamo aspettando quella dalla Cina. “Abbiamo un tesoretto che da domani verrà diretto nei luoghi di maggiore rischio, in primis nelle nostre RSA. I droni anche oggi non sono volati “Aspettiamo un chiarimento che il capo della polizia ci sciolga la riserva, visto che abbiamo avuto il permesso dall’Enac”.

Condividi l’articolo

Vedi anche: