Gattina uccisa a colpi di fucile

I Carabinieri della stazione di Levane, frazione di Montevarchi, hanno denunciato un sessantenne di Montevarchi per l’uccisione di un gatto.

Lo scorso gennaio, i Carabinieri della Stazione di Levane avevano ricevuto la denuncia-querela da parte di una residente, che aveva trovato la propria gattina di 7 mesi riversa per terra, in fin di vita in una pozza di sangue. Inutile la corsa al pronto soccorso veterinario. Nel ricostruire la dinamica della morte della gattina si era scoperto che qualcuno le aveva sparato, con un’arma ad aria compressa.

Dopo alcune indagini i Carabinieri sono risaliti ad un uomo sui 60 anni, incensurato, che vive nella zona e che in più circostanze aveva manifestato la propria insofferenza nei confronti degli animali. Ieri pomeriggio la perquisizione nell’abitazione dell’uomo ha fatto emergere ben tre armi ad aria compressa (una carabina e due pistole) legalmente detenute e potenzialmente compatibili con le ferite che hanno portato alla morte della gattina.

Condividi l’articolo