Fraternita dei Laici, record di visitatori

In un anno difficile per il turismo, il Museo della Fraternita dei Laici di Arezzo si posiziona in controtendenza e lancia nuove sfide per l’afflusso dei visitatori Negli ultimi due mesi sono entrati in visita nel Palazzo in Piazza Grande ben 2734 turisti con un incremento dell’86% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. A generare grande intersse anche la mostra “Omaggio al sommo poeta” nel 700 anniversario della morte  di Dante.

Con l’entrata in vigore dell’obbligo del green pass per accedere ai musei, ci sono già turisti che devono rinunciare alla visita soprattutto quelli con figli minori che non hanno la vaccinazione. La Fraternita ha escogitato anche nuove strategie per accogliere i turisti. E’ il Granduca Pietro Leopoldo stesso ad invitare i turisti a munirsi della certificazione e ad esibirla agli operatori, in un divertente fotomontaggio.

“Con questa idea che abbiamo usato anche nei nostri social – speiga il Primo Rettore Pierluigi Rossi – sembra che sia stato il Granduca Pietro Leopoldo a emanare il green pass. Il dipinto e’ stato eseguito nel 1782 da Giovanni Cimica e si trova nella Sala del Magistrato al primo piano del Palazzo di Fraternita / useremo altri antichi quadri di personaggi famosi per promuovere entrata nel nostro palazzo, e i risultati positivi già si vedono” – ha concluso Rossi.

Tanti anche i turisti che hanno trascorso alcune ore nella sede di Mugliano delle “Cantine di Fraternita” con serate dedicate alla degustazione dei prodotti agroalimentari di Fraternita ed eventi culturali annessi.

Condividi l’articolo

Vedi anche: